Narni

Narni

Epoca medievale e sotterranei leggendari

Come ho conosciuto la meta

Ho trovato il paese guardando su google maps la linea ferroviaria che porta a Terni, colpito dal nome, sono venuto a conoscenza dell’esistenza dei suggestivi sotterranei di Narni ( e vi invito a visitare il sito) per cui ho subito nutrito tanta curiosità.

Raggiungibilità

Narni è raggiungibile dalla stazione Narni Scalo dove è presente una navetta a pochi metri dall’uscita.

Esplorazione

La navetta mi ha portato fino a Piazza Giuseppe Garibaldi e la prima cosa che ho fatto è stato chiedere informazioni sui sotterranei e appresi che la prima visita guidata era a mezzogiorno.

In giro per il paese

Per passare il tempo ho fatto un giro nel paese che è mi è piaciuto molto per le piccole vie e vicoli dall’aria strettamente medievale

La rocca di Albornoz

Uno dei posto più belli di Narni è la Rocca, per chi ama il medioevo non può fare a meno di visitarla.

Finito di visitare la Rocca sono corso verso i sotterranei di cui purtroppo non ho foto perché non si possono fare, ma le potete trovare sul sito.

Le aspettative sono state ampliamente soddisfatte perché le storie che circondano i sotterranei sono antiche e si intrecciano col presente tra sorprendenti coincidenze, il tutto raccontato in maniera teatrale e coinvolgente dalla guida.

Non vi ripoterò qui ciò che ho appreso non solo perché è più bello ascoltare direttamente sul posto e non sarei in grado di fare altrettanto, ma anche perché i sotterranei di Narni sono uno di quei luoghi che crescono grazie anche al sostegno dei turisti, quel che posso dirvi è che quando sono uscito ero davvero contento di aver scoperto un luogo così affascinante ed ora sono contento di fare pubblicità.

Narni sotterranea
Narni sotterranea

Curiosità

Una leggenda narnese vuole che, in epoca medievale, nel territorio tra Narni e Perugia ci fosse un Grifone, contro il quale le due città, tra loro in guerra, si erano coalizzate. Una volta ucciso, come trofeo Perugia si tenne le ossa del Grifone (bianca) e Narni la pelle (rossa). Per questo il Grifone di Perugia è bianco e quello di Narni è rosso.

Considerazioni a fine giornata

Una bella esperienza che mi ha divertito e arricchito e mi ha fatto capire che esistono luoghi colme di storie che vale la pena conoscere ma sopratutto contribuire a coltivare la loro esistenza e conoscenza.

Una bella panoramica dalle porte di Narni:

Narni
Narni