Cascate delle Marmore

Cascate Delle Marmore Sentieri con i raggi solari

Cascate e leggende

Come ho conosciuto la meta

Ho scoperto le cascate perché una volta ho fatto una gita vicino Terni.

Consiglio di visitare le cascate d’estate perché l’acqua viene rilasciata ad orari (www.lecascatedellemarmore.com).

Importante è portarsi un K-Way perché sarà molto facile bagnarsi, anche in maniera abbondante.

Raggiungibilità

Da Roma le cascate si possono raggiungere prendendo il treno fino a Terni, la mattina presto e, vicino la stazione, ci sono le navette che portano direttamente alla cascata da Piazza della Rivoluzione Francese.

Esplorazione

La leggenda

Prima di iniziare il viaggio fra le cascate è bello sapere che esiste una leggenda legata alle origini della cascata ed è la seguente:

“Una ninfa di nome Nera si innamorò del giovane pastore Velino.

I due amanti avevano difficoltà a frequentarsi perché appartenevano a due mondi totalmente diversi.

Giunone, infuriata, trasformò la ninfa Nera in un fiume perché aveva infranto le regole che non permettevano l’amore con gli esseri umani.

Velino, disperato, si gettò dalla rupe di Marmore credendo che Nera stesse affogando nelle acque in precedenza assenti.

Giove, per evitargli la morte, mentre il pastore cadeva giù lo trasformò in acqua, così da salvarlo e permettergli di ricongiungersi con Nera per l’eternità.”

I sentieri

Come viene indicato sul sito il parco delle cascate è composto da più sentieri per cui esiste una mappa che viene rilasciata al momento del pagamento del biglietto.

Prima di intraprendere qualsiasi via mi fermo già, il parco promette belle sorprese!

Il Balcone degli Innamorati e Il Velo Da Sposa

Il primo obiettivo è il sentiero numero uno perché al belvedere superiore, la strada è tutta in salita.

Durante il tragitto ci si può fermare al famoso Balcone degli Innamorati per cui esiste anche qui una leggenda che si lega al mito di San Valentino, primo vescovo di Terni, patrono della città e protettore degli innamorati.

La leggenda racconta che Valentino, per dimostrare la purezza della bella Nerina, messa in dubbio dal compagno, colpì la rupe col suo bastone da pastore facendo scaturire un getto d’acqua capace di formare un meraviglioso velo da sposa”

Il Belvedere Superiore

Il sentiero numero probabilmente è meglio farlo in discesa, quindi è meglio entrare al parco dal Belvedere Superiore se ne avete possibilità.

Gli altri sentieri

Tornando giù dal sentiero numero uno mi dirigo verso gli altri sentieri che sono vicini l’uno all’altro dove filtrano i raggi solari!

Salendo le scale il sentiero porta alla cascata principale dove è possibile vedere anche l’arcobaleno, l’acqua è talmente tanta che non riesco più a vedere attraverso gli occhiali!

Sono totalmente zuppo d’acqua!

E’ divertentissimo!

Percorro l’ultimo sentiero della zona e l’acqua è stupenda!

Gran finale

L’ultimo sentiero da percorrere si trova davanti al parco, attraversando la strada, si sale su e si può vedere la cascata dall’alto in tutta la sua interezza

Il pranzo

Usciti dal parco ci sono vari punti dove mangiare, dal più economico al più sofisticato.

Alcuni ristoranti offrono menù turistici ed io ho scelto a caso la Trattoria Trappacchiella e ho gustato un pranzo per niente male!

Considerazioni a fine giornata

Le Cascate delle Marmore sono fantastiche e bellissime ma sopratutto divertentissime!
E’ stata una giornata davvero splendida, da visitare! Assolutamente!

Poesie o racconti che ha ispirato